Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena

N. 9 Marzo 2012

8 marzo 2012 un augurio alle nostre professioniste: il messaggio della Federazione Nazionale

Questo “otto marzo” – tradizionalmente dedicato alla donna -   per noi non è  solo una festa, ma  un’occasione in più  per porre attenzione alla sempre crescente presenza femminile nella professione medica e odontoiatrica. Una festa  per ricordare eventi storici e significativi che ci sollecita ancora di più nell’impegno che da anni mettiamo in campo per sostenere quei cambiamenti culturali e organizzativi  capaci di consentire alle tante donne medico e odontoiatra  di vivere pienamente la professione, senza  scontare barriere di genere, cadute di valorizzazione sociale e civile per meglio conciliare tempi di lavoro e tempi di vita. 

Oggi  in Italia su 400.000 medici e odontoiatri circa 150.000 sono donne   e, considerando  la fascia di età al di sotto dei 40 anni, queste sono  oltre il  60%, un sorpasso “di genere” epocale nel nostro Paese e nei Paesi della vecchia Europa.

Parlare di donne medico significa parlare della maggioranza nelle  nuove generazioni, cioè parlare della medicina e della sanità del futuro.

In questo giorno vorremmo in particolare dare un benvenuto a quelle colleghe che, inserite  nei consigli degli ordini provinciali, hanno scelto di aggiungere  un altro  onere nella loro vita professionale e sociale. Un  impegno di grande responsabilità che, se svolto con la passione e la  dedizione che le donne sanno mettere in campo, significherà crescita  e futuro per tutta la professione e per la sanità del nostro Paese.

A tutte voi colleghe presenti negli ordini e a tutte le donne impegnate nella medicina e nell’odontoiatria, questo giorno  serva ad  accrescere le motivazioni e le  energie necessarie per svolgere al meglio  la  professione che, nonostante i tempi incerti e difficili,  rappresenta comunque una straordinaria opportunità tecnico-professionale, civile e morale,   capace di  dare molto a noi  stessi  e alla collettività intera.

 

Amedeo Bianco

Presidente FNOMCeO

 

Roberta Chersevani                                                                                             

Coordinatrice Osservatorio FNOMCeO

professione medica al femminile

 

Professioniste in rete: iniziative della Commissione per le Pari Opportunità del CUP (Comitato Unitario delle Professioni) della provincia di Modena

Fra tutte, la prima iniziativa della Commissione è stata quella di rilevare, attraverso i dati degli iscritti agli albi professionali della provincia di Modena, la consistenza della presenza femminile nelle professioni, la loro incidenza e rappresentanza all’interno dei rispettivi Consigli e di verificare la presenza di Comitati o Commissioni per le Pari Opportunità. La Commissione intende inoltre  dare il proprio contributo all’organizzazione di un Focus sulle professioni programmato dalla Commissione per le Pari Opportunità della provincia di Modena. (segue a fondo pagina)

 

Mara Bozzoli

Coordinatrice Commissione Pari Opportunità

OdM Modena

 

NEWS - Nuovi corsi di lingua inglese per l’anno 2012

Registrando con soddisfazione che i corsi di inglese organizzati dal nostro Ordine nel corso degli ultimi anni rappresentano un forte contributo nei programmi di aggiornamento e formazione dei colleghi, il Consiglio Direttivo ha deliberato di organizzare anche per l’anno 2012 (da marzo a giugno) nuovi corsi di MedicalEnglish, rivolti agli iscritti interessati ad apprendere ed utilizzare il linguaggio appropriato della lingua inglese durante lo svolgimento dell’attività professionale ed in occasione di viaggi all’estero. Informazioni e iscrizioni alla paginaaggiornamento professionale  del sito internet dell’Ordine.

 

Polizza sanitaria ENPAM/Unisalute prorogata la data di adesione

Si informano i colleghi interessati che il termine per l'adesione alla polizza sanitariaUniSalute 2012 è stato prorogato al 16.03.2012.

Tutte le informazioni sul sito www.enpam.it

 

 

CORSI PER DATORI DI LAVORO DI STUDI MEDICI E ODONTOIATRICI CHE INTENDONO ESERCITARE LA FUNZIONE DI RSPP (Responsabile Sicurezza Prevenzione e Protezione)

L’11 gennaio u.s. è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’Accordo sancito tra il Ministero del lavoro, il Ministero della Salute e le Regioni che disciplina i contenuti, le articolazioni e le modalità di espletamento del percorso formativo e dell’aggiornamento per lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi nei casi previsti dal D.Lgs 81/08.

Con riferimento ai medici e agli odontoiatri, che debbano svolgere ex-novo il percorso formativo il modulo passa da 16 a 48 ore.In fase di prima applicazione verranno riconosciuti i percorsi da 16 ore svolti entro e non oltre 6 mesi dall’entrata in vigore della normativa (11 luglio 2012).

Il Consiglio dell’Ordine si rende disponibile ad organizzare i percorsi formativi di 16 ore (il primo corso è già stato calendarizzato ed è completo) e invita tutti i colleghi interessati a comunicare il proprio interesse entro e non oltre il 15 marzo 2012.

I corsi si svolgeranno il sabato mattina nei mesi di maggio e giugno p.v.

Resta inteso che i corsi verranno organizzati laddove si raggiunga un numero minino di adesioni.

Nelle prossime settimane verrà data via mail a coloro che si saranno iscritti comunicazione di data e luogo dello svolgimento.

Per iscrizione sito www.ordinemedicimodena.it sezione aggiornamento professionale.

 

NUOVO CORSO GRATUITO “Sicurezza dei pazienti e degli operatori” - terzo step

FAD FNOMCeO

Da giovedì 9 febbraio u.s. è presente sul Portale della FNOMCeO (www.fnomceo.it) il corso FAD “Sicurezza dei pazienti e degli operatori”, terzo step del percorso di formazione continua sul “Governo Clinico” realizzato in partnership da FNOMCeO, Ministero della Salute e IPASVI.

L’evento che assegna 15 crediti ECM – e che rimarrà attivo per un anno – potrà essere eseguito anche in “modalità fax” non appena saranno disponibili i manuali (tra circa 60 giorni).

Il corso in “modalità web” prevede l’obbligo di registrazione sul sito della Federazione (www.fnomceo.it ). Ricevuta la password per entrare nel programma l’iscritto dovrà accedere direttamente dalla piattaforma www.fadinmed.it

Terminato il corso si avrà la conferma del superamento direttamente dalla piattaforma con possibilità di stampare e scaricare l’attestato.

 

Corsi di informatica di base

Il Consiglio dell’Ordine è disponibile a organizzare per il 2012 corsi di informatica di base.

Gli interessati possono inviare una mail all’indirizzo ippocrate@ordinemedicimodena.it

 

Orario di segreteria dell’Ordine

-        dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 -  lunedì e giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17.

-        il personale dell'Ordine incaricato per consulenze e pratiche  Enpam

riceve i colleghi i lunedì e mercoledì dalle 10 alle 12 esclusivamente previo appuntamento.

All’Enpam di  Roma è inoltre attivo il servizio SAT SERVIZIO ACCOGLIENZA TELEFONICA 06-48294829 FAX 0648294444  E.MAIL sat@enpam.it per informazioni a tutti gli iscritti.

 

APPROFONDIMENTI

COMUNICATO STAMPA PER L’8 MARZO

PROFESSIONISTE IN RETE

Commissione per le Pari Opportunità del CUP (Comitato Unitario delle Professioni) della provincia di Modena

 

Si è costituita la Commissione per le Pari Opportunità all’interno del Comitato Unitario delle Professioni della Provincia di Modena, composta dalle rappresentanti indicate dai rispettivi Ordini e Collegi.

E’ noto che in tutte le professioni è in atto un notevole processo di femminilizzazione e che, a fronte di tale crescita,  permane una forte differenziazione sul piano dei redditi, una maggiore difficoltà di occupazione, aggravata dall’attuale crisi economica, mentre  si registra anche un abbandono precoce dell’attività professionale nella fascia di età compresa tra i 40/45 anni quando, probabilmente, al lavoro si sommano le difficoltà legate alla cura dei figli e della famiglia.

Dall’osservazione di una prima serie di dati appare evidente che molti elementi che pregiudicano il raggiungimento di condizioni di parità, pur con le differenze legate alle specificità delle singole professioni, sono comuni a tutte le categorie e vanno quindi esaminati all’interno del quadro più generale della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne e delle politiche di pari opportunità.

Da qui l’esigenza di costituire una rete delle professioni al femminile CPO - CUP per promuovere azioni mirate al superamento delle discriminazioni di genere.

La prima iniziativa della commissione è stata quella di rilevare, attraverso i dati degli iscritti agli albi professionali della provincia di Modena, la consistenza della presenza femminile nelle professioni, la loro incidenza e rappresentanza all’interno dei rispettivi Consigli e di verificare la presenza di Comitati o Commissioni per le Pari Opportunità.

Gli obiettivi della Commissione si possono così riassumere:

•         sollecitare la costituzione di Commissioni di Pari Opportunità all’interno degli Ordini o Collegi aderenti al CUP;

•         individuare le problematiche di genere delle diverse categorie professionali e promuovere politiche per l’attuazione  delle Pari Opportunità nell'esercizio dell'attività professionale;

•         promuovere ricerche finalizzate alla conoscenza del Profilo professionale dei professionisti: uomini e donne per una lettura articolata delle problematiche di genere;

•         sollecitare le rispettive casse professionali ad una maggiore trasparenza nella divulgazione dei dati reddituali degli iscritti suddivisi per fasce di età, sesso, regione, provincia ecc, in modo da avere un quadro di riferimento utile per ricerche più approfondite;

•         individuare le modalità per garantire la rappresentanza delle donne  nelle sedi decisionali a tutti livelli: istituzionali, ordinistici, consigli di amministrazione, ecc.;

•         promuovere la cultura dei diritti di parità ed uguaglianza a livello di formazione e comunicazione;

•         promuovere con le istituzioni competenti l’adozione di  misure per sostenere la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura della famiglia;

•         verificare l’apparato normativo nazionale ed europeo in tema di pari opportunità con lo scopo di ampliare e/o adeguare le normative esistenti e le tutele alle libere professioni;

•         proporre modelli organizzativi che favoriscano la partecipazione delle donne a livello locale e nazionale anche tramite la riforma di leggi e  regolamenti che disciplinano l’ordinamento professionale;

•         proporre misure di pari opportunità con particolare riferimento alla maternità, ai congedi parentali e alle politiche sociali.

 

La Commissione ha già individuato una serie di temi di indagine, tesi a verificare l’entità delle differenze di reddito per le singole categorie, le ragioni dell’abbandono precoce dell’attività professionale e le tipologie degli incarichi professionali,  intende inoltre farsi portavoce, con comunicati, convegni, partecipazione ad eventi pubblici e attraverso la pubblicazione sui siti dei rispettivi Ordini e Collegi delle azioni positive e delle problematiche inerenti le pari opportunità.

La Commissione intende inoltre  dare il proprio contributo all’organizzazione di un Focus sulle professioni programmato dalla Commissione per le Pari Opportunità della provincia di Modena.

 

Anna Taddei

Coordinatrice della CPO - CUP della provincia di Modena